Mercato immobiliare

24 novembre 2011

Il mercato immobiliare, causa anche le ultime vicende politico-economiche del nostro Paese, che altrove in Europa,  sembra riprendersi dal torpore degli ultimi mesi. Si teme infatti un impoverimento delle risorse finanziarie nella disponibilità delle famiglie che, pur trattando sui prezzi richiesti, sembrano intenzionate comunque ad investire nel mattone, che appare essere una buona risorsa per mettere al sicuro i risparmi di una vita. Qualunque sia infatti la destinazione futura dell’immobile acquistato, sia per un uso personale, che concesso in locazione, soddisfa quasi pienamente l’acquirente, che vede la messa  in riparo del proprio capitale : piccolo o grande che sia.

Appare anche sufficientemente soddisfacente il mercato dell’investimento, vuoi per lo sviluppo vero e proprio dell’operazione, che per una sua messa a reddito. Mancano all’appello comunque tutte  quelle risorse economiche destinate all’investimento in titoli mobiliari, che detengono il primato dell’attesa, auspicando momenti migliori per il recupero delle somme investite.

Emerge pure la necessità di una vasta campagna di sensibilizzazione, da parte di tutti gli operatori del settore circa l’adozione dei migliori parametri costruttivi possibili, con offerte sul mercato di prodotti qualificati e certificati, prestando particolare attenzione al risparmio energetico. Tantissime sono infatti le Imprese oggi che si stanno adeguando alle necessità che il mercato della domanda richiede.

Altro discorso è invece quello che riguarda il mondo Bancario, che affronteremo nei prossimi giorni.

Articolo redatto da Bile Immobiliare.

 

 

Tutte le news ↓